venerdì 25 novembre all’arrotino

corteo a roma sabato 12 novembre

https://radioblackout.org/2022/11/aggiornamenti-su-alfredo-cospito-e-manifestazione-a-roma/

indirizzo dei compagni in sciopero della fame e aggiornamenti

Invitiamo a scrivere ai compagni,

Alfredo Cospito
CC Bancali
Loc. Bancali
07100 Sassari

Juan Antonio Sorroche Fernandez
CC di Terni
Str. delle Campore, 32
05100 Terni (TR)

Ivan Alocco
n. d’écrou 46355
M. A. de Villepinte
93420 Seine-Saint-Denis
France

Anna Beniamino
C. C. Rebibbia femm.
Via Bartolo Longo 92
00156 Roma

AGGIORNAMENTI:

Berlino, Germania: Fuoco di solidarietà per Alfredo Cospito

Lipsia, Germania: Incendiati alcuni furgoni delle aziende SPIE e MIELE in solidarietà con i compagni imprigionati

https://radiocane.info/verba-manent/

Atene, 9/11: striscione e scritte per Alfredo durante lo sciopero generale

https://de.indymedia.org/sites/default/files/2022/11/87839.JPG

La solidarietà in mille forme

COMUNICATO DI ANNA BENIAMINO
Due notizie dai siti:
Anzola dell’ Emilia (Bologna): incendiati camion della MARR

La notte del 5 novembre 2022 abbiamo incendiato alcuni camion della MARR.
MARR è un’azienda da anni coinvolta nel rifornimento dei pasti di carceri e centri di espulsione per immigrati. Il suo profitto si regge sulla reclusione di migliaia di persone.
Quello che abbiamo fatto è per tutti i pasti di merda che consegnano.
È per tutte le persone che si ammalano a causa di un’alimentazione malsana nelle strutture rifornite da questa azienda.
Ed è soprattutto per chi ha scelto di lottare in carcere, proprio rinunciando al cibo.

SIAMO CON ALFREDO COSPITO, PRIGIONIERO ANARCHICO NELLA SEZIONE 41 BIS DEL CARCERE DI BANCALI IN SARDEGNA, IN SCIOPERO DELLA FAME DAL 20 OTTOBRE CONTRO IL 41 BIS E L’ERGASTOLO OSTATIVO.
SIAMO CON IVAN ALLOCCO, JUAN SORROCHE E ANNA BENIAMINO, PRIGIONIERI ANARCHICI CHE HANNO ADERITO ALLO SCIOPERO DELLA FAME UNENDOSI ALLA LOTTA DI ALFREDO (apprendiamo la scelta di Anna successivamente alla nostra azione).

Rivendicazione dell’attacco incendiario contro un’antenna in solidarietà con Alfredo Cospito (Grugliasco, 3 novembre 2022)

3 NOVEMBRE A GRUGLIASCO (TORINO)

SABOTATA CON IL FUOCO ANTENNA 5G

ALFREDO COSPITO FUORI DAL 41 BIS

41 BIS = TORTURA!

PER L’ANARCHIA

 

SS 39-Aprica (So)
Dal 31/10 per alcuni giorni un messaggio contro le olimpiadi, ennesimo passo verso il totale sfruttamento del territorio montano, e in solidarietà ad Alfredo è rimasto visibile ai molto turisti di passaggio.
A fianco di chi lotta contro la vera devastazione e saccheggio dei territori da parte dello Stato, solidarietà e complicità con Alfredo, Juan e Ivan in sciopero della fame.

Exif_JPEG_420

 

20° giorno di sciopero della fame di Alfredo

Aggiornamento sulla situazione di Alfredo Cospito in sciopero della fame dallo scorso 20 ottobre contro il 41bis e l’ergastolo ostativo.
Alfredo ad oggi ha perso 16 chili, sta complessivamente in buona salute. Non sta ancora prendendo integratori. Inforniamo inoltre che è stato fissato per il primo dicembre il riesame della disposizione di 41bis nei suoi confronti. L’udienza è molto importante in quanto dovrà pronunciarsi sulla legittimità della decisione del precedente ministro della giustizia Marta Cartabia di applicazione del regime carcerario del 41 bis contro il nostro compagno.

ANNA IN SCIOPERO DELLA FAME

Apprendiamo che stamattina, lunedì 7 novembre, Anna Beniamino ha dichiarato l’inizio d’uno sciopero della fame in solidarietà ad Alfredo e al fianco di Juan ed Ivan. Non appena possibile diffonderemo aggiornamenti.
Forza ai compagni prigionieri e a tutti quelli che fuori dal carcere
stanno appoggiando la loro lotta.

 

ALTRE AZIONI DI SOLIDARIETA’ dai media di regime

“Assassini”: vandali nella notte imbrattano la sede dell’amministrazione penitenziaria a Cagliari

 

In solidarietà con Alfredo, Juan e Ivan

Piani dei Resinelli – Piattaforma del Belvedere – Lecco
Dal 29 ottobre l’ecomostro, visitato da centinaia di turisti, si è almeno reso utile.
Oltre allo striscione sono stati affissi volantini sulla piattaforma e nei dintorni.
Solidarietà con Alfredo, Juan e Ivan in sciopero della fame contro 41-bis ed ergastolo ostativo.

Secondo giorno di sciopero della fame di Alfredo

REPRESSIONE: INIZIA UNO SCIOPERO DELLA FAME IN CARCERE ALFREDO COSPITO, DETENUTO IN REGIME DI 41 BIS

Comunicato Avv. Rossi Albertini Avv. Pintus (2)-2

CONTRO IL 41 BIS, AL FIANCO DI ALFREDO COSPITO

cena benefit sabato 24 settembre

Inchiesta contro anarchici

SIBILLAZIONI

Sull’operazione anti-anarchica denominata “Sibilla”

Tutto questo deve finire. Per sempre. E se lo Stato e i padroni sono i nostri viventi nemici, allora risulta evidente più che mai il ruolo storico dell’anarchismo come la vanga con cui gli scaveremo la fossa.

Prima le buone notizie , Ottone degli Ulivi

Prima dell’alba dell’11 novembre 2021 ci sono state in Italia decine e decine di perquisizioni in case di compagni e compagne anarchici a Genova, Carrara, Pisa, Cremona, Bergamo, Roma, Perugia, Viterbo, Lecce, Taranto, Cosenza e Cagliari. Le indagini svolte dai carabinieri del ROS, su ordine della Procura di Perugia, si concentrano sulle sobillazioni anarchiche e in particolar modo sul giornale Vetriolo e a “contorno” i siti di contro-informazione come roundrobin.info e malacoda.noblogs. Il reato principale che viene contestato ai compagni e alle compagne è quello di aver costituito e/o partecipato a una associazione sovversiva con finalità di terrorismo (270bis), siccome, secondo la sbirraglia, tramite le pubblicazioni sopra citate i compagni/e avrebbero istigato a commettere atti di terrorismo contro lo Stato.

Oltre alle decine di perquisizioni in tutta la penisola, 6 le misure cautelari: l’”arresto” di Alfredo, già detenuto nel carcere di Terni, un compagno sottoposto agli arresti domiciliari con braccialetto elettronico e altri 4 con obbligo di dimora e firme.

Non ci stupisce in alcun modo la repressione da parte dello Stato nei confronti di parole chiare e decise, e ancor meno ci stupisce in questo momento di timore di dissesti sociali. La creazione del nemico interno è funzionale a richiamare a sé la lealtà del popolo verso il suo re – lo Stato – lo stiamo vedendo chiaramente con i “no vax”: lo Stato proprio in questi giorni sta colpendo le piazze che si muovono contro il lasciapassare, impedendo manifestazioni nei luoghi in cui il capitalismo ha necessità di fiorire.

Come anarchici siamo e restiamo nemici interni ed esterni, di sopra, di sotto, in direzioni caoticamente ragionate, di qualsiasi autorità. La complicità con le parole espresse contro i nemici, che siano essi funzionari di Stato o del capitalismo, incluso quello militarista, è allora per noi chiara.

Come al solito nella mente giuridica degli inquirenti l’unica organizzazione possibile è quella verticistica, gerarchica. Non capiscono, o meglio, non si sentono di esprimere pubblicamente che l’imprevedibilità degli anarchici nella loro disorganizzazione non è sicuramente un’organizzazione, figurarsi se esistono mai capi e gregari.

Restiamo al fianco di chi viene colpito/a dalla repressione perché sceglie di attaccare, di non nascondersi dietro il bisogno di farsi amare dalle masse con parole dolci e accomodanti, di diffondere parole di compagni colpiti da decenni di carcere.

Viva l’anarchia!

Anarchici e anarchiche di Carrara

QUA SOTTO ALCUNI SCRITTI IN SOLIDARIETA’

campania libertaria

Chiacchiere e distintivo

classe contro classe

comunicato anarchici sardi

LA SIBILLA PREVEDE TEMPESTA

Ne uccide più la penna che la spada

PAROLE DI FUOCO QUALCUNO CI ASCOLTA

solidali genovesi

Una rabbia al vetriolo